#VISITE
S2:E6

Let’s Read: Safe House + Ragazza, donna, altro

Cos’è?

Lo spazio della mostra è uno spazio che vogliamo abitare insieme con i nostri corpi e con le nostre voci: non uno spazio impermeabile al mondo esterno, ma un luogo dentro cui portare riflessioni, testi, esperienze.
È da questo desiderio di contaminazione e incontro che nasce Let’s Read: un progetto ideato insieme alle Biblioteche Civiche torinesi, da anni impegnate nella diffusione dei gruppi di lettura, che propone un percorso di di condivisione di pagine di letteratura e arte, un’occasione per pensare collettivamente, per discutere ed esprimere idee ed emozioni utilizzando i diversi strumenti e linguaggi della contemporaneità.

Le mostre non costituiranno semplici cornici ma saranno una vera e propria fonte d’ispirazione per il gruppo di lettura, indirizzando la scelta dei testi su cui lə partecipanti saranno invitati a confrontarsi nel corso degli incontri.

Cosa facciamo?

Per il terzo incontro di Let’s Read ci spostiamo dentro Safe House: uno spazio sicuro, un insieme di voci sussurrate, una mostra collettiva. Qui ci avviciniamo ed esploriamo l’opera di Sharon Hayes, con cui abbiamo già stabilito un primo contatto nel corso del precedente Let’s Read, leggendo alcuni dei testi che ora troviamo affissi sulla bacheca di In My Little Corner of the World, Anyone Would Love You. Il lavoro di Sharon Hayes è un’installazione video a cinque canali, in cui tredici lettorə rileggono estratti da un ampio campo di newsletter femministe, lesbiche, gay, trans e di riviste indipendenti pubblicate negli Stati Uniti e nel Regno Unito tra il 1955 e il 1977. La rimessa in circolo di un archivio di testi attiva la discussione intorno ai temi della costruzione di un corpo collettivo che si muove lungo il confine tra una dimensione privata, intima, domestica e una pubblica, plurale e politica. Alle voci raccolte da Sharon Hayes aggiungiamo anche quelle che risuonano nel romanzo polifonico di Bernardine Evaristo, Ragazza, donna, altro: Safe House si popola così di storie, che ascoltiamo insieme.

Chi partecipa?

Gli incontri di Let’s Read sono indirizzati a persone tra i 15 e i 29 anni, ma sono aperti a tuttə. Let’s Read è un progetto sviluppato dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo in collaborazione con le Biblioteche Civiche torinesi: gli incontri saranno condotti dalle mediatrici culturali della Fondazione, Eleonora Pietrosanto e Chiara Sabatucci, insieme a Cristina Fanelli, bibliotecaria della Civica Centrale di Torino.
QUANDO E DOVE?

Giovedì 16 dicembre
h. 18 – 19.30

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Via Modane 16, 10123 Torino

COME PARTECIPARE?
La partecipazione è gratuita. Per partecipare è necessario prenotare inviando una mail a biglietteria@fsrr.org con oggetto “Let’s Read”. Nel corpo della mail occorre specificare i dati di tutte le persone per cui si sta effettuando la prenotazione.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Esplora l'universo espanso di Verso.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Esplora l'universo espanso di Verso.