VERSO PARTECIPA, DISCUTE,
MOSTRA, PRENDE LA PAROLA.
HA TRA I 15 E I 29 ANNI.

COS'È VERSO?

Verso è un programma articolato in diversi formati: mostre, workshop, conferenze, eventi performativi e di aggregazione, contenuti digitali. Verso ha tra i 15 e i 29 anni ed è insieme agentə e destinatariə del progetto.

DI COSA PARLA VERSO?

Le domande che Verso si pone sono suggerite dalle esigenze di chi ne è protagonista e dalle urgenze della contemporaneità. Queste domande hanno a che fare con l’autonomia e la realizzazione delle generazioni più giovani, la loro partecipazione alla vita sociale e politica, la problematizzazione delle nuove dipendenze.

COME FUNZIONA VERSO?

In Verso la sfera curatoriale e artistica si uniscono e si articolano, costruendo uno spazio pedagogico aperto, dinamico e orizzontale, in cui si praticano il pensiero critico autonomo e lo sviluppo di una conoscenza transdisciplinare. In questo spazio – abitato da scuole, università, enti di orientamento e formazione professionale – l’educazione è non formale, la produzione di contenuti è collettiva.

Verso è una serie antologica che dura 18 mesi: i momenti in cui si articola si chiamano Stagioni, gli eventi che propone sono gli Episodi. Gli episodi hanno durata variabile, e perciò non creano un susseguirsi di porzioni di tempo uguali tra loro, ma si sovrappongono, sconfinano, si accavallano per tutta la durata del progetto. Come ogni serie, una volta che sarà finita potrete guardarla da capo su questo sito, per scoprire dettagli nuovi o soffermarvi su quelli che più vi hanno colpitə.

CHI FA VERSO?

Verso è un programma della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, progettato e prodotto con l’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Piemonte, nell’ambito del Fondo nazionale per le politiche giovanili. Coinvolge le istituzioni scolastiche e numerose realtà culturali, educative, accademiche e associazionistiche della Regione, facendo del confronto, dello scambio e della condivisione progettuale il proprio motore.

PER CHI È VERSO

Verso offre una serie di attività rivolte alle scuole: il Dipartimento Educativo coordina workshop, visite, conferenze adatte al pubblico di studenti della scuola secondaria.

Per e con le università, Verso progetta delle attività che sono occasione di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro.

Il pubblico delle associazioni viene coinvolto nella co-progettazione di eventi e formati.

Verso è per tuttə: le mostre, le visite, i workshop e gli eventi si integrano alle piattaforme digitali, permettendo un attraversamento trasversale del programma.

QUALI SONO GLI SPAZI DI VERSO?

Nello spazio digitale, il sito funziona come raccoglitore dei vari episodi, e permette una fruizione dei contenuti, l’approfondimento delle tematiche, la visione degli episodi.
Il profilo Instagram è il social magazine di Verso: si concentra sui temi del programma e lo fa con i linguaggi propri della piattaforma e delle generazioni di riferimento.

Nello spazio espositivo, il display di Verso, progettato dal collettivo Orizzontale, segue le fasi di evoluzione del progetto: l’architettura sottolinea il passaggio da un momento all’altro, costruendosi nel tempo.

COS'È VERSO?

Verso è un programma articolato in diversi formati: mostre, workshop, conferenze, eventi performativi e di aggregazione, contenuti digitali. Verso ha tra i 15 e i 29 anni ed è insieme agentə e destinatariə del progetto.

DI COSA PARLA VERSO?

Le domande che Verso si pone sono suggerite dalle esigenze di chi ne è protagonista e dalle urgenze della contemporaneità. Queste domande hanno a che fare con l’autonomia e la realizzazione delle generazioni più giovani, la loro partecipazione alla vita sociale e politica, la problematizzazione delle nuove dipendenze.

COME FUNZIONA VERSO?

In Verso la sfera curatoriale e artistica si uniscono e si articolano, costruendo uno spazio pedagogico aperto, dinamico e orizzontale, in cui si praticano il pensiero critico autonomo e lo sviluppo di una conoscenza transdisciplinare. In questo spazio – abitato da scuole, università, enti di orientamento e formazione professionale – l’educazione è non formale, la produzione di contenuti è collettiva.

Verso è una serie antologica che dura 18 mesi: i momenti in cui si articola si chiamano Stagioni, gli eventi che propone sono gli Episodi. Gli episodi hanno durata variabile, e perciò non creano un susseguirsi di porzioni di tempo uguali tra loro, ma si sovrappongono, sconfinano, si accavallano per tutta la durata del progetto. Come ogni serie, una volta che sarà finita potrete guardarla da capo su questo sito, per scoprire dettagli nuovi o soffermarvi su quelli che più vi hanno colpitə.

CHI FA VERSO?

Verso è un programma della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, progettato e prodotto con l’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Piemonte, nell’ambito del Fondo nazionale per le politiche giovanili. Coinvolge le istituzioni scolastiche e numerose realtà culturali, educative, accademiche e associazionistiche della Regione, facendo del confronto, dello scambio e della condivisione progettuale il proprio motore.

PER CHI È VERSO

Verso offre una serie di attività rivolte alle scuole: il Dipartimento Educativo coordina workshop, visite, conferenze adatte al pubblico di studenti della scuola secondaria.

Per e con le università, Verso progetta delle attività che sono occasione di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro.

Il pubblico delle associazioni viene coinvolto nella co-progettazione di eventi e formati.

Verso è per tuttə: le mostre, le visite, i workshop e gli eventi si integrano alle piattaforme digitali, permettendo un attraversamento trasversale del programma.

QUALI SONO GLI SPAZI DI VERSO?

Nello spazio digitale, il sito funziona come raccoglitore dei vari episodi, e permette una fruizione dei contenuti, l’approfondimento delle tematiche, la visione degli episodi.
Il profilo Instagram è il social magazine di Verso: si concentra sui temi del programma e lo fa con i linguaggi propri della piattaforma e delle generazioni di riferimento.

Nello spazio espositivo, il display di Verso, progettato dal collettivo Orizzontale, segue le fasi di evoluzione del progetto: l’architettura sottolinea il passaggio da un momento all’altro, costruendosi nel tempo.